FESTE VIGLIANE 2024

In attesa dell’inizio delle Feste Vigiliane vi raccontiamo alcune “chicche”, seguiteci che pian pianino scopriremo le usanze e tradizioni che ci faranno vedere una Trento diversa.

Le Feste Vigiliane

celebrate a Trento ogni anno a fine giugno, sono tra gli eventi più attesi e amati della città. Dedicate a San Vigilio, patrono di Trento, queste celebrazioni uniscono tradizione, cultura e divertimento, rispecchiando la storia e l’identità del territorio. La manifestazione, che prende il nome dal santo che visse nel IV secolo, è un’occasione unica per riscoprire le radici storiche della città e per vivere momenti di convivialità e allegria.

Durante le Feste Vigiliane, la città si anima con una serie di eventi che spaziano dai cortei storici alle rievocazioni medievali, dai concerti ai mercatini artigianali.

Uno degli appuntamenti più spettacolari è il Palio dell’Oca, una gara tra le contrade cittadine che si svolge sul fiume Adige, dove le imbarcazioni “Zattere” competono in un’atmosfera di vivace tifo e spirito di squadra. Non mancano poi le sfilate in costume, le rappresentazioni teatrali e le degustazioni di piatti tipici della tradizione trentina, che rendono l’esperienza ancora più coinvolgente.

Le Feste Vigiliane sono un momento di grande partecipazione comunitaria, dove cittadini e visitatori possono immergersi in un’atmosfera di festa e ritrovare il senso di appartenenza a una comunità ricca di storia e cultura. Sono anche un’opportunità per promuovere il turismo e per valorizzare le peculiarità del territorio trentino, attirando persone da tutta Italia e dall’estero. Insomma, le Feste Vigiliane rappresentano un appuntamento imperdibile per chiunque voglia scoprire il cuore pulsante di Trento e vivere un’esperienza indimenticabile.

Iniziamo con la  “Ganzèga”

Questo evento dà il via alle Feste sabato 15 giugno.

Cos’è? in dialetto la parola “Ganzèga” significa festa di fine lavori dopo un periodo particolarmente impegnativo e faticoso. E’ una tradizione radicata nella cultura popolare, particolarmente diffusa nelle regioni del Nord Italia.

E’ una festa comunitaria che unisce ritualità, tradizioni antiche e un forte senso di appartenenza alla comunità. In passato era una celebrazione legata ai cicli agricoli e ai raccolti, dove la popolazione si riuniva per ringraziare la terra per i frutti ricevuti.

La Ganzega dei Ciusi e dei Gobj si terrà nella suggestiva cornice di piazza Duomo.

180 volontari preparano e servono la cena, si fa un tuffo nel medioevo tra costumi e piatti tipici. Si cena tutti insieme come avveniva allora quando, al compimento di un’opera importante, ci si riuniva per festeggiare.

Il menù della Ganzega di quest’anno è:
Dall’antipasto al dolce, una celebrazione dei prodotti del territorio trentino
• Antipasto: Lucanica Trentina, Speck, Spressa delle Giudicarie e Trentingrana

  • Primo piatto: Strangolapreti alla trentina
    • Secondo piatto: Gulasch, polenta e cavolo cappuccio
    • Dolce: Torta Fregolotti
    • Bevande: Acqua, Birra Forst con boccale omaggio, amaro
    • Pane di ASPAN Associazione Panificatori della provincia di Trento

Per chi si trova in zona è un’occasione da non perdere, ma attenzione bisogna prenotare!

la zatterata

Tra le numerose attività che caratterizzano queste festività, la zatterata sul fiume Adige è senza dubbio uno degli spettacoli più suggestivi e coinvolgenti. Questo evento richiama ogni anno numerosi partecipanti e spettatori, desiderosi di vivere un’esperienza unica e affascinante.

La zatterata è una competizione storica che vede diverse squadre sfidarsi nella costruzione e nella conduzione di zattere lungo il fiume. Le squadre, spesso composte da amici o membri di associazioni, dedicano settimane alla creazione di zattere originali e colorate, utilizzando materiali diversi e mostrando grande creatività e abilità manuali. Il giorno della gara, le zattere sfilano sul fiume, offrendo uno spettacolo di colori e forme che incanta grandi e piccini.

Oltre all’aspetto competitivo, la zatterata rappresenta un momento di aggregazione e festa per tutta la comunità. Le sponde del fiume si riempiono di spettatori che tifano per le loro squadre preferite.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli Collegati

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *